Baseball Dice Strategy - Gioco di Baseball con Dadi e Strategia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Sito del Baseball Dice Strategy

Questo sito è stato realizzato principalmente con lo scopo di presentare il videogioco "Baseball Dice Strategy" che ho personalmente realizzato e che vorrei condividere con tanti appassionati di baseball. L'idea l'ho ripresa dal gioco che avevo ideato da piccolo, purtroppo più di quaranta anni orsono, quando con gli amici, in inverno, non potevamo praticare il nostro sport sul campo.

Il Pedro

Questo, cari amici, sono io "il Pedro" (nome di battaglia) in versione attuale, programmatore dilettante autore del gioco che in queste pagine vi voglio presentare.
                                                                                                                                                                                                                                                                                             
Sono un maremmano di Toscana, orgoglioso di esserlo e felice di vivere in una terra meravigliosa e vorrei che tutti voi potreste avere l'occasione di visitare e di innamorarvi del suo mare, delle sue colline e della sua montagna, dove il richiamo della natura supera le angoscie e le frenesie di una vita che ci corre avanti.

Per contattarmi: pedro@pedrosoft.eu

                                                                                                                                                                                                                                                                  

Pagina Avvio
Cos'è Baseball Dice Strategy

Cosa è Baseball Dice Strategy.
Baseball Dice Stategy è un gioco per computer con sistema operativo Windows e consiste  nella simulazione di una partita di baseball giocata con due dadi ed utilizzando le strategie classiche del nostro sport (rubata, bunt e batti e corri).
Il “lancio” dei dadi avviene in due/tre fasi: con la prima si avrà il punteggio relativo al lancio effettuato dal lanciatore, la seconda fase renderà il punteggio della risposta del battitore che se inferiore verrà considerato un lancio strike, se superiore si avrà una battuta (oppure un lancio ball) che darà avvio alla terza fase ovvero l'estrazione del punteggio della difesa in risposta al punteggio della battuta, dal risultato dipenderà l'esito dell'azione con l'eliminazione del battitore (o dei corridori) oppure una battuta valida con tutto quello che ne consegue.

All'estrazione del punteggio dei dadi provvede il computer mentre in presenza di corridori sulle basi ai due giocatori è demandata la decisione dell'azione da intraprendere e se il “segnale” viene intercettato dall'avversario il  giocatore in attacco avrà a disposizione il punteggio di un solo dado, altrimenti sarà il giocatore in difesa a rispondere con un solo dado.
L'azione così terminata  è visible tramite un replay che fa vedere sul campo quello che è accaduto.
La partita si conclude dopo nove innings.
Per quanto riguarda le squadre queste sono organizzate in leghe totalmente personalizzabili. Alla fine si avranno le classifiche delle squadre, dei battitori e dei lanciatori.

Io e il Baseball

Ho conosciuto il Baseball all'età di 7 anni, erano i primi anni '60, guardando un giorno, da sopra le Mura,  un gruppo di ragazzi vestiti, disposti in campo e che correvano in modo strano e sopratutto avevano in mano degli altrettanto strani guantoni.
Tutte queste stranezze mi affascinarono subito tanto che alcuni giorni dopo con due amici provammo a rifare quello che avevamo visto. Predisponemmo il nostro diamante triangolare (motivi di spazio) e muniti di un bastone, che ci fu fornito dal nonno di un amico e che era un pezzo di quei bastoni che venivano usati una volta per caricare i cannoni ad avancarica, e di una piccola pallina, ci sistemammo in campo, due in difesa e l'altro con il bastone, Uno lanciava come poteva e sapeva fare e l'altro con altrettanta imperizia, cercava di colpire quella piccola pallina, per cui sommando tutto ciò perdevamo più tempo e recuperare la pallina che finiva lontana dietro al battitore che a cercare di battere e prendere le battute (che anche quelle poche riuscite finivano per perdersi nell'erba alta del prato) e fare un po di gioco sulle basi.
La regola del nostro gioco era questa:

<<leggi tutto>>

Le mie prime foto
 
Torna ai contenuti | Torna al menu